Il progetto di Ater Latina delle Vele è stato, ammesso dal Ministero delle Infrastrutture. 13esimo a livello nazionale, primi del Lazio

Il progetto di Ater Latina e Comune del capoluogo di rigenerazione e riqualificazione delle Vele è stato, ammesso dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti. 13esimo a livello nazionale, primi del Lazio.

Latina ottiene un finanziamento di 15 milioni euro nell’ambito del bando “Qualità dell’Abitare” del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Risulta finanziato e ammesso il progetto presentato per la rigenerazione urbana relativo alle cosiddette Vele del quartiere Q4.

Il piano denominato “A gonfie Vele”, interessa l’omonima area dentro il quartiere Q4 ed è stato presentato di concerto con il Comune capoluogo.

” Con il progetto “A gonfie Vele” si interverrà non solo sugli edifici – spiega Marco Fioravante, presidente Ater Latina – ma anche eliminando la ferita aperta dello scheletro dell’Icos, ma su tutto il quartiere attivando una serie di servizi per i cittadini che miglioreranno la qualità della vita e al contempo favoriranno l’offerta in termini di socialità. L’azione riguarderà l’efficienza energetica, la gestione e l’utilizzo degli spazi comuni, la qualità dell’abitare e ricucirà il legame con il resto della città. Un quartiere nella città, della città “

Nel quartiere verranno insediati, inoltre, un presidio della Asl e uno delle forze dell’ordine. L’intervento riguarderà l’efficienza energetica, la gestione e l’utilizzo degli spazi comuni, la qualità dell’abitare e ricucirà il legame con il resto della città. Un quartiere nella città, della città

Oltre ai dovuti ringraziamenti per tutta la struttura – conclude Marco Fioravante presidente di Ater Latina – al direttore Paolo Ciampi, all’ingegnere Riccardo Roco e tutta la struttura, una menzione particolare, la voglio fare per il progettista, Prof. Carlo Patrizio, che ha lavorato con passione e con competenza riconosciuti dalla commissione con la collocazione della nostra idea ai massimi livelli della graduatoria nazionale»